Divertiamoci con Paul Klee

Ho proposto ai bambini della scuola dell’infanzia un bel laboratorio su Paul Klee, artista poliedrico, musicista e pittore, esponente dell’astrattismo. Come sempre accade nei miei laboratori, il lavoro creativo è stato preceduto dalla lettura di un libro, in questo caso, di “Che sorpresa Paul Klee!”, di Paola Franceschini, edizione Artebambini.

12325357_1081148845251488_164071959_n

Avevo riprodotto con il feltro Eric, il protagonista del libro, sotto forma di marionetta, che ho poi regalato ai bambini, affinchè potessero inventare nuovi giochi e devo dire che ho avuto una buona idea, dato che subito hanno allestito il teatrino per inscenare uno spettacolo.
Ho poi dato ai bambini di 5 anni dei piccoli sacchetti,all’interno dei quali avevo messo due opere di Paul Klee, dopo averle ritagliate.
Senza mostrare ai bambini l’opera originale, ho proposto loro di prendere tutti i pezzi presenti nel sacchetto e di incollarli su un cartoncino di colore nero.
Ogni bambino ha dato libero sfogo alla propria fantasia e così, quella che nell’opera originale era una gonna, si è trasformata in un cappello ed i rettangoli multicolori di un’opera astratta sono andati a comporre il profilo di una casa.

12311978_1081149548584751_1793658331_n

12325294_1081152668584439_1732624161_n

12312021_1081152181917821_1459830273_n

I bambini più piccoli si sono invece cimentati con una tecnica mista tra collage di rettangoli colorati e gessi colorati.

12312467_1081149475251425_42932821_n

12319465_1081152188584487_982526998_n

12312079_1081152258584480_1639657115_n

Mai come in quest’occasione mi sono resa conto di come “l’arte sia negli occhi di chi guarda”, e i bambini, privi di condizionamenti relativi all’aspetto dell’opera originale, proposta loro in forma “destrutturata”, hanno dato sfogo alla loro fantasia ed assemblato una nuova opera.
Mi sono divertita e stupita, arricchita ed emozionata.
Eh si, sono proprio molto fortunata.

Precedente Che paura il Gigantosauro! Successivo Il silenzio della neve che cade