A spasso nella storia antica, tra miti ed archeologia

Mi imbatto spesso in discussioni, reali e virtuali, sulla scuola, sui suoi limiti oggettivi e su tutte le cose negative che la riguardano. Oggi, però, voglio parlarvi di una scuola diversa, della scuola che piace a me.
Non ho mai formulato giudizi sulle “categorie” di persone, ma, ho sempre preferito valutare ogni singola persona, perchè ritengo che sia molto più utile e costruttivo, e non mi comporterò in maniera differente neppure per quanto riguarda gli insegnanti.
Nel corso della mia vita e del mio lavoro, ho incontrato insegnanti illuminati ed appassionati, che nella vita non avrebbero potuto svolgere altra professione, ho incontrato bravi insegnanti, però demotivati e depauperati dal sistema scolastico dal quale si sentono imbrigliati, ed, infine, ho incontrato insegnanti che avrebbero fatto meglio a scegliere di fare altro, così da fare un favore a se stessi ed ai loro alunni.
Gli insegnanti della prima categoria sono quelli che preferisco e che accolgono sempre con grande entusiasmo i miei progetti didattici.
Qualche giorno fa sono stata in una classe quinta a parlare di archeologia e di storia, concentrandomi sopratutto sulla storia romana, argomento di studio della classe in questione.
Dopo aver parlato brevemente di cosa è l’archeologia, di come si scrive la storia, di chi la scrive e di molto altro, siamo passati a parlare di antichi romani.
Ho deciso di soffermarmi sulla storia di Ariminum, attuale Rimini, in quanto i bambini a breve visiteranno la colonia romana ed i suoi monumenti.
Dopo la “lezione”, realizzata con l’ausilio della LIM e di molte immagini, e, con la richiesta, da parte mia, di interventi e domande dei bambini, siamo passati al laboratorio.

12745803_681523148654332_4165470084404905964_n

Poichè nel corso della loro visita guidata a Rimini i bambini avranno modo di vedere molte lanterne romane, ho deciso di proporre ai bambini di realizzare proprio una lanterna con l’argilla. Ho scelto una tecnica semplice ed accessibile.

12705355_681523071987673_6848510906592922771_n

580373_681523091987671_5757255548512097513_n

Essendo una bibliofila, come sempre, ho portato con me una borsa piena di libri ed abbiamo letto insieme dei miti, che, ho scoperto essere molto amati dai bambini di tutte le età.
Spesso mi capita che mi chiedano di leggerne altri rispetto a quelli che avevo in programma di leggere. Questo mi rende molto felice.

12342635_10208486478227287_5058474777621692543_n

12316339_10208486476227237_1267544937229504668_n

Proprio recentemente leggevo una riflessione in merito alla consuetudine, in altri Paesi, di permettere ai bambini di fare “esperienza diretta” della scienza e, dunque, anche dell’archeologia. Non penso che negli altri Paesi “facciano tutto bene” e noi “facciamo tutto male”, anzi, ma, auspico che sempre molti più insegnanti comprendano l’importanza di queste esperienze per i loro alunni.

Precedente Parola d'ordine:divertirsi! Successivo Il cavallo di Troia